Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)

Il FESN è la prima rete sperimentale locale amatoriale europea ed è nata a seguito della tragica esperienza causata dal sisma del maggio 1976 in Friuli. Il primo operatore ufficiale a costituire una propria stazione sismica è stato l’attuale direttore della rete: Giovanni Rotta. Dalla sua abitazione di Resia nel nord del Friuli, Giovani ha iniziato a rilevare i tracciati quando i costi sono divenuti accessibili a seguito dell’avvento del computer e di attrezzature elettroniche in grado di effettuare il datalogger (la registrazione in continuo dei dati sismici). Le apparecchiature elettroniche necessarie, all’epoca sono state fatte pervenire dagli USA, dove è tuttora presente la rete sismica amatoriale denominata PSN (Public Seismic Network).

Successivamentea seguito di contatti con altri appassionati, residenti in altre zone del Friuli, è stato possibile costituire una piccola rete amatoriale e in seguito ampliare la rete mediante ulteriori contatti con appassionati.

POSTER FESN (PDF)

MAPPA DELLE STAZIONI


Visualizza FESN in una mappa di dimensioni maggiori

 

l monitoraggio sismico è stata ed è tutt'ora l'attività principale del gruppo.

Esso si svolge mediante la gestione manuale delle stazioni da parte del relativo responsabile, il quale verifica a vista i DRUM (registrazioni giornaliere) dei tre canali, tipicamente: verticale, orizzontale orientato Nord-Sud e orizzontale orientato Est-Ovest.

Qualora all'interno del DRUM sia identificabile un evento, sia questo un evento locale oppure un telesisma, questo viene estrapolato dalle registrazioni continue presenti all'interno della memoria statica del personal computer e inviato al coordinatore. Il coordinatore della rete esegue una serie di verifiche sulla correttezza e validità della registrazione, ricerca sui siti dei principali enti ufficiali una corrispondenza, quindi, se l'evento è all'interno del territorio coperto dalla rete ed è stato registrato da almeno tre stazioni, ne calcola l'epicentro.

In caso di telesismi ovvero di eventi registrati da meno di tre stazioni, i dati della rilevazione vengono inseriti nell'archivio degli eventi riportando i dati essenziali ricavati dai principali siti ufficiali e citandone la fonte. In caso di registrazione di eventi locali, di energia molto limitata, per i quali non sono state rilevate corrispondenze nei siti ufficiali, questi vengono riportati nell'archivio degli eventi indicandone la valenza locale e la non localizzabilità.

Tutti gli eventi registrati dalla rete e inviati al coordinatore vengono memorizzati e conservati e resi disponibili gratuitamente per studi, verifiche o altri scopi a chiunque ne abbia interesse e ne faccia richiesta anche via mail.

 
38°
°F | °C
Rain
Humidity: 97%
7 mph
Sondaggi
Ritieni che avere più informazioni sul terremoto possa essere utile ad affrontare l'evento?
 
Links
I.E.S.N.
Rete Sismica Sperimentale Italiana
Protezione Civile
Portale della protezione civile della regione Friuli Venezia Giulia
Regione
Riferimento della regione autonoma del Friuli Venezia Giuglia.
A.R.I.
Associazione di radioamatori italiani.
C.R.S.
Centro Ricerche Sismologiche di Udine.
O.G.S.
Osservatorio Geofisico Sperimentale - Sede di Trieste
Comune di Pozzuolo
Sito del Comune di Pozzuolo del Friuli
Osservatorio Sismico Apuano
Osservatorio per la ricerca e lo studio del fenomeno sismico.
Meteo Basaldella
Sito della stazione meteorologica amatoriale di Basaldella